L’architecture funéraire : tradition culturelle ou revendication identitaire ? Réflexions sur l’Étrurie et Rome

Marco Arizza, Sapienza Università di Roma


Dernière modification : 19 avril 2018

Mercredi 18 avril 2018 à 18h00, salle de Séminaire du Centre d’Études Anciennes, École normale supérieure, 45, rue d’Ulm, 75005 Paris.
 
Dans le cadre du séminaire « Archéologies et sociétés de l’Italie antique et médiévale »

Séminaire 18 avril 2018
Séminaire 18 avril 2018

Riassunto :
 
La scelta del tipo di sepoltura da adottare è il risultato di delicati meccanismi che coinvolgono elementi della tradizione culturale del defunto e volontà autorappresentative del nucleo di appartenenza. Lo studio dell’architettura funeraria consente talvolta di isolare alcuni di questi elementi, permettendo quindi di cogliere il messaggio ideologico sotteso al monumento.
Il seminario intende approfondire un modello epistemologico di indagine a cavallo tra l’analisi archeologico-topografica e la ricerca antropologico-sociale, attraverso alcuni esempi di ambito etrusco e romano.
Ad esempio è possibile analizzare in modo comparativo i grandi tumuli Orientalizzanti, diffusi su tutto il territorio Etrusco e le tombe veienti “a vestibolo” di età arcaica : i primi sono l’espressione della volontà di “demarcazione” del paesaggio da parte delle famiglie aristocratiche ; le seconde sono strutture esclusive di un determinato territorio e quindi sintomo di rivendicazione di appartenenza ad una tradizione locale. Allo stesso modo si possono mettere a confronto i monumenti funerari “a tempietto”, come ad esempio quello di Marco Nonio Macrino, senatore del II secolo d.C. a Roma e ispiratore delle vicende cinematografiche del leggendario Gladiatore, e le più semplici “cupae” : piccoli monumenti prediletti dalle comunità militari e dai liberti di età medio e tardo imperiale.
 
Responsables : Sara NARDI-COMBESCURE et Grégoire POCCARDI


Organismes partenaires :

AOrOc - UMR 8546-CNRS/ENS CNRS-Centre National de la Recherche Scientifique ENS - École normale supérieure - PSL EPHE - École Pratique des Hautes Études LabEx TransferS Université de Lille Université de Picardie Jules Verne